Facciamoci del male

Tafaziana la politica. In questo sereno clima da ghigliottina, infatti, due consiglieri regionali del PdL hanno l’ottima idea di redigere una proposta di legge dal titolo promettente: <Requisiti di onorabilità, professionalità e indipendenza degli amministratori degli enti pubblici e delle società partecipate dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia>. Se si passa oltre al titolo, la musica cambia. Art. 1: “Gli amministratori degli enti pubblici  … e delle società partecipate dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia sono individuati, di preferenza, tra i soggetti appartenenti alle seguenti categorie: magistrati amministrativi, contabili e avvocati dello Stato, professori universitari in materie giuridiche ed economiche, dirigenti della pubblica amministrazione con almeno cinque anni di anzianità di servizio, pubblici amministratori già membri di giunte di enti locali (Regioni, Province, Comuni) il cui mandato abbia avuto una durata almeno quinquennale“.

Passi per la locuzione, tecnicamente orrenda, “di preferenza“; passi per i professori universitari in materie giuridiche ed economiche (e un ordinario in ingegneria dei trasporti non potrebbe essere nominato in una società che si occupa di strade e trasporti…?); ma gli ex assessori? Non mi è chiaro se la  “preferenza” che si meritano risponderebbe meglio alla logica di onorabilità o di professionalità. O forse di indipendenza?

 

Share

Annunci

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...