Bananas

Quando si legge se “Monti si ricandiderà” o “non si ricandiderà” vengo assalito dai conati di vomito. Davvero non capisco cosa si intende: il prof. Mario Monti è Senatore a vita dal 9 novembre 2011. Perciò non è candidabile al Senato, ed è ben improbabile che si candidi alla Camera, essendo le cariche incompatibili. Candidarsi alla presidenza del Consiglio dei Ministri? Mi pareva di ricordare che l’Italia fosse retta (si fa per dire) da un sistema parlamentare ove il Presidente del Consiglio non si candida ad alcunché e non viene eletto da alcuno. Viene nominato dal Presidente della Repubblica. E il Governo deve ottenere la fiducia del Parlamento (entrambe le Camere, una per una). E mi pareva di ricordare che non vi sia mai stato nella storia della Repubblica un “Governo eletto dal popolo”.

Vero: sulla base di una legge che si è guadagnata meritati epiteti, il Porcellum, le liste o coalizioni di liste devono indicare un candidato “premier”. Indicazione che non vincola nessuno. Come dimostra l’esistenza stessa del Governo Monti, nome  quest’ultimo che non stava stampato su alcuna scheda elettorale.

Come se non bastasse si tratta di una legge che tutti dicono (a parole) di voler cambiare. E allora di cosa parliamo?

E allora, di che parliamo nelle primarie del centrosinistra? Ci siamo fatti convincere dal premierato truffa berlusconiano, o viviamo ancora in una Repubblica parlamentare? Nel secondo caso prendiamo le primarie hanno ragione d’essere solo se sono passaggio politicamente opportuno, quasi inevitabile, per affermare o riaffermare una leadership che veicola i contenuti di una proposta politica. Non si elegge alcun segretario di partito; non si elegge alcun candidato alla presidenza del Consiglio. Si vota una proposta politica che, superati un bel po’ di se (se la medesima coalizione si presenta alle elezioni, se ottiene una maggioranza governabile alla Camera, se lo stesso accade al Senato) verrà sottoposta al Presidente della Repubblica da chi avrà ottenuto più consensi alle primarie, come candidato credibile per formare un governo che otterrà la fiducia di entrambe le Camere.

Quindi: scommetto, sicurissimo di vincere, che Monti non si presenterà alle elezioni.


Share

Annunci

3 thoughts on “Bananas

  1. Pingback: Nap | Pietro Faraguna

  2. Pingback: Dimissioni, Scioglimento, Elezioni. Il gioco dell’oca. | Pietro Faraguna

  3. Pingback: Renzi. | Pietro Faraguna

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...