Play it again, Umberto.

La Lega triestina si prodiga a fare il bene della città. Alcuni mesi fa in questo blog si parlò di una mozione delirante sul censimento di venditori ambulanti e stranieri, che è noto si riverserebbero nelle città governate dal centrosinistra. Per la cronaca: la farneticante mozione è stata ritirata dallo stesso proponente, dopo che il Comandante dei vigili (non, quindi, Yoko Ono) ne aveva sottolineato i dubbi profili di legittimità.

Ma oggi, alle ore 12.30, si torna a occuparsi del bene della città, con tre lucidissimi atti di indirizzo, provenienti sempre dalla Lega, che cito in ordine decrescente di improbabilità (premesso che alcuni aspetti dei temi sollevati – il traffico di uomini, la prostituzione minorile, il vandalismo – sono certamente cosa seria):

  1. Dare mandato alla Polizia Locale di aumentare il controllo su venditori e mendicanti, che aumentano, in particolare nelle zone meno frequentate (?). Non ho capito perché i mendicanti e venditori aumentino nelle zone meno frequentate. E non ho capito se tra i venditori siano da includere anche i bottegheri triestini. A rigore, mi pare di si [testo].
  2. Installare telecamere a scopo deterrente e anche a scopo sanzionatorio per contrastare il meretricio. [Strano che non si proponga di prioettare i filmati la domenica mattina sul palazzo del Comune]. [testo]
  3. Collocare telecamere a pioggia per contrastare gli atti vandalici nelle aree verdi. [testo]

Va certamente riconosciuto il significativo balzo in avanti sulla strada della civilità compiuto dalla Lega, rispetto alla mozione sul censimentodegli stranieri Ma possono fare ancora meglio. Play it again, Umberto.

Share

Annunci

2 thoughts on “Play it again, Umberto.

  1. 1: Il problema dei venditori ambulanti e molto serio. Molte di queste persone sono letteralmente schiave di un sistema che crea un debito di esorbitanti spesse di viaggio con la quale queste persone arrivano nel nostro paese, le quali sono dovute a rimborsarlo praticando prostituzione vendita ambulante e carità.

    Di certo il problema non si risolve svolgendo singoli controlli o censimenti dal retrogusto fascista, giacche la causa fondante, esula dal semplice mendicante o venditore ambulante che se avrebbe altra scelta di certo non svolgerebbe tali umilianti ruoli.
    Ancora più certo è che la Polizia Locale non dispone ne dei mezzi e tantomeno della giurisdizione per minare questo sistema di schiavismo moderno.

    2: In quanto al sempre utile suggerimento di installazione di telecamere, come che in città non ce ne fossero abbastanza, rispondo affermando che “un problema non si risolve con la paura di un’eventuale sanzione”. Il vandalismo sopratutto e sintomo di ignoranza e disagio sociale e quindi le contromisure devono essere ricercate in altri campi che quello della sorveglianza

    3: (per finire) La Lega dovrebbe capire che la sua retorica fascista non e compatibile con l’identità culturale di Trieste. La sua costante istigazione nel radicare pregiudizi nelle menti più malleabile e un problema di molto peggiore della stessa immigrazione e tutto quel che ne concerne.

    Mattias Persoglia

    • Condivido ogni singola parola di quanto scrivi. Per onor di cronaca si aggiunga che il vicecomandante della Polizia Locale ha affermato, nella commissione di oggi e a chiarissime lettere, che il fenomeno è in diminuzione, anziché in aumento. Ciò che non rimuove la sensatezza di prendersi carico della parte seria del problema, ma certifica la strumentalità e pretestuosità di una speculazione politica del tutto fuori tempo e fuori luogo.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...