Comunicato Politico n. 53

“Comunicato politico n. “. Così si intitolano i messaggi di Beppe Grillo. Qualcuno sostiene che il linguaggio debba considerarsi autoironico. A me evoca il registro brigatista. E non mi fa ridere. Ma nel “comunicato politico n. 53” ci sono altri motivi degni di attenzione, di un mondo che cambia e non cambia mai.

Si dettano infatti le regole per le candidature al Parlamento del M5S. Potranno candidarsi solo coloro che erano già stati candidati nelle liste di Grillo in occasioni di precedenti tornate elettorali (comunali, regionali). Ciò

“per premiare quelli che sono stati con noi per 5 anni, che hanno combattuto sul territorio, che poi non sono stati eletti e si sono candidati”

(giuro, cito testualmente).

Sei di Dolina o di Poggibonsi? Il M5S non si è mai presentato nel tuo territorio? Pazienza, non sei candidabile, anche se hai doti politiche notevolissime e competenze mirabolanti. Anzi, per usare il linguaggio grillino: ti fotti. Vaffanculo.

Ma, attenzione, non è corretto usare la parola “grillino” (vaffanculo, invece, si può). Lo dice il vademecum del M5S, inviato alla stampa dopo le elezioni siciliane. Nello stesso vademecum si legge che “Grillo è il megafono al nostro servizio e non il nostro leader. Peccato che il giorno immediatamente successivo – nello stesso comunicato politico n. 53 sopralinkato – Grillo, o chi per lui, scrive: “io devo essere il capo politico di un movimento“. Capo politico non è proprio uguale a megafono. Invece assomiglia molto a leader (anzi ne è la traduzione letterale, una volta scartata, per evidenti motivi, la letteralissima traduzione “duce”). Quello che viene dopo è pure peggio (“io voglio solo dirvi che il mio ruolo è quello di garante, di essere a garanzia di controllare, vedere chi entra“).

Ora: io riconosco e conosco gli attivisti del Movimento5stelle che ci credono e si spendono, si espongono, per cambiare un modo di fare politica, di occuparsi della cosa pubblica, che va cambiato. E a chi si espone, a chi ci mette se stesso, in particolare in un momento in cui fare politica è un motivo di vergogna, vanno vagonate di rispetto. Eppure, di fronte a tutto ciò e proprio perché verso il M5S si sta indirizzando il consenso di milioni di elettori, non sarebbe il caso che la base militante di tutto il territorio nazionale (la dirigenza, si direbbe altrove) pronunciasse una parola di dissenso? L’avete sentita? Io non l’ho sentita.

comunicato politico n. 53 Grillo

Share

Annunci

3 thoughts on “Comunicato Politico n. 53

  1. Penso che Grillo sia uno dei tanti italiani che usano l’arma della voce, l’uso della parolaccia grezza come , come da noi usavano i portuali. Mussolini insegna come si ipnotizzano le masse. Gestualità teatrale, da guitto. ma alla fine questo logorante inveire mi fa pensare: tu sei quello che dici! Un boomerang. Chi conosce il linguaggio del corpo può ben interpretare queste smanie di totalitarismo – lui solo è il Verbo, gli altri sono la manovalanza che si deve aggregare passivamente al capo. Non mi piace. Mi ricorda qualcosa che riconosco anche in me. Se sono stanca e le cose che mi sembrano giuste non le riesco a raggiungere, supero la soglia dell’equilibrio, mi saltano i nervi, uso ia voce, sentendola mi estraneo e mi accorgo di aver superata la misura. Mi piacerebbe una diagnosi clinica di questo insano comportamento, forse i grillini sarebbero meno seguaci, esaltati, e speranzosi. Per ironia della sorte nella storia di Pinocchio, il Grillo parlante, fa una brutta fine, ma quella ha una sua morale che nulla ha a che vedere con quanto succede nel nostro paese. Siamo ” sull’orlo di una crisi di nervi” e vince purtroppo chi ha più voce.

  2. Pingback: epperché PD? | Pietro Faraguna

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...