Rigassificatore, Tondo, Portovecchio, (dis)occupazione

Tondo si presenta, dopo qualche anno di inviti, in Consiglio comunale di Trieste. Il tema è la crisi occupazionale che soffoca la città. Ma sopra all’odg sono sopraggiunti improvvisamente gli eventi che riguardano il rigassificatore, e in piazza è convocato un presidio per (riba)dire il no all’impianto di Zaule.

Le mie impressioni, a caldo:

  • Apprezzabile lo slancio di Tondo, che si presenta in Consiglio comunale. (Qualche malpensante potrebbe supporre che sia cominciata la campagna elettorale per le regionali…) Piccolo problema: si presenta per non dire nulla, peraltro con un’abilità politica straordinaria. Riesce a parlare 10 minuti della crisi occupazionale della città senza usare le parole ‘Sertubi’, ‘Ferriera’, ‘Duke’, e nemmno ‘siderurgia’, ‘precariato’, ‘disoccupazione giovanile’… In compenso parla del taglio dei boschi in Carnia, dei conigli e delle mucche. Giuro. Ma con un’abilità eccezionale, tanto che dribbla le contestazioni, e se ne va addirittura tra gi applausi della claque.
  • Sotto ai balconi si sente la piazza che rumoreggia. Peccato che una manifestazione legittima (come tutte) e sacrosanta nel merito – convocata al netto di bandiere e simboli – viene monopolizzata dal redivivo movimento anacronista del territorio libero di Trieste: sono certo (anche perché fin che potevo, c’ero) che in piazza a protestare vi fossero prevalentamente i cittadini di Trieste, ma il messaggio che pareva passare era che il proprietario politico della protesta contro il rigassificatore fosse il TLT, movimento secondo il quale Trieste non sarebbe Italia (e altre amenità simili). Movimento che, dal pubblico dell’Aula, interrompe la seduta, aizzandosi vicendevolmente con le frasi facili “il Municipio xé roba mia” e cose simili. Questa appropriazione (indebita) dell’opposizione all’impianto di Zaule mi pare un’ottima garanzia perché l’opposizione al rigassificatore si delegittimi e diventi poco credibile. Ottima strada perché l’impianto alla fine si faccia, tanto che potrebbero sorgere sospetti di circolarità degli interessi, di chi sovrasta ed etichetta la protesta civica.
  • Curiosa la nostra città che riconosce nel Comune sempre e comunque il punto di riferimento: per protestare contro Tondo non si va in Piazza Unità d’Italia n. 1, sede della Giunta regionale, ma si aspetta che egli attraversi la Piazza e si rechi al n. 4, sede del Comune. Altro che “Trieste non è Italia”: a volte sembra che Trieste non sia in Regione!
  • Unico motivo di interesse fornito dalle risposte: Tondo, a sorpresa, dice di essere favorevolissimo all’apertura e la riconversione di Portovecchio. Si scatena il panico totale tra i suoi commilitoni, dall’altra parte dei banchi del Consiglio. Piero Camber interviene – rivolgendosi (chissà perché non a Tondo ma) a un consigliere della maggioranza, bianco per antico pelo – dicendo una serie di cose della tipica retorica utile a lasciare tutto come sta “voi volete regalare portovecchio agli speculatori…; il Porto volete ucciderlo… etc”. Tondo, pochi istanti prima, aveva detto (cito testualmente) che è “disponibile a lottare contro tutte le resistenze che si opporranno a questo progetto”. Eccolo servito

Share

Annunci

3 thoughts on “Rigassificatore, Tondo, Portovecchio, (dis)occupazione

  1. Sono anche io contrario al rigassificatore, solo un piccolo appunto tempo fa Trieste ha detto no a un deposito di gpl , forse con quello attivo non poteva esserci l’idea del rigassificatore. Comunque la politica compresa la sinistra di danni ne ha fatti per la nostra Trieste, vedrete che sulla scia della protesta risorgerà la Lista per Trieste

    • Sulle responsabilità della politica concordo. E per questo -piuttosto improvvisamente (e improvvidamente…)- ho deciso di fare politica attivamente. Ma guardando avanti, non indietro.
      Ad ogni modo lei ha ragione: anch’io vedo nubi fosche all’orizzonte. Sempre quelle, ma più nere.

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...